HAGIA SOPHIA

Chiamata Haghia Sofia in greco e Chiesa della Divina Sapienza in italiano, è stata fatta costruire da dall’imperatore Giustiniano, per riportare all’antica gloria l’Impero Romano. Come Cesare, Alessandro il Grande, Attila e altri importanti imperatori che la storia ci ha fatto conoscere, anche Giustiniano era un megalomane. Il suo intento era di superare in grandezza e maestosità qualsiasi altro edificio costruito fino al suo tempo.

Con l’aiuto di due matematici, architetti Antemio di Tralle e Isidoro di Mileto, Giustiniano fece creare una cupola centrale, la più alta e grande al mondo, che simboleggia il potere e la ricchezza dell’imperatore, prendendo come esemplare il Pantheon di Adriano.

In sei anni sono riusciti a realizzare ciò che si pensava impossibile, terminando la costruzione il 26 Dicembre 537 d.C.

Non c’è da stupirsi riguardo lo stupore e autocompiacimento di Giustinano quando mise piede per la prima volta in questo capolavoro architettonico ed esclamò “ Ringrazio Dio che mi ha giudicato degno di un’opera simile. Oh, Salomone, ti ho superato!”

In modo splendido e maestoso, chiunque visiti quest’opera favolosa, vede e respira l’arroganza e la megalomania di Giustiniano.

Aya Sofya restò la chiesa più grande di tutta la cristianità fino alla conquista ottomana del 1453 da parte di Mehmet il Conquistatore che la fece trasformare in moschea.

La cupola, elemento caratterizzante della potenza architettonica di Aya Sophia, rappresenta l’unione  dell’universo del mondo cristiano e del mondo mussulmano, l’unione dell’universo nel suo centro, Dio, tramite i luoghi di preghiera simbolo, la chiesa e la moschea.

Possiamo notare, disegnati sulle pareti della cupola, la compresenza dei due diversi simboli di queste religioni, l’immagine di Gesù Cristo e un verso tratto dal corano chiamato “La luce sacrà”.

Convertita da Ataturk in museo nel 1953, Aya Sofya è l’unico museo al mondo dove vediamo convivere insieme due diversi modi di rappresentare Dio.

Dinç Tümerkan
Storico dell’Arte Bisanzio
Guida Turistica

 

Istanbul Ott 21, 2010
No Responses to “HAGIA SOPHIA”

Leave a Reply