Il teatro delle ombre

La luce, unico elemento in grado di creare il suo opposto, le ombre. Ombre allungate, oblique, giganti e minuscole, ombre che stimolano stati d’animo, discorsi, ombre che hanno creato una corrente teatrale in Turchia.

Karagoz, letteralmente “occhio nero” è il personaggio principale insieme ad Hacivat del teatro delle ombre, sviluppatosi nell’Impero Ottomano. Personaggi grotteschi nei tratti somatici e nelle curiose personalità. La leggenda narra che i personaggi Karagoz e Hacivat sono stati ispirati da due lavoratori impegnati nella costruzione di una moschea a Bursa. I contrasti fra i due lavoratori divertivano molto i colleghi al punto da rallentare la costruzione dell’edificio e per questo furono condannati a morte.Un poeta di corte provò tanta pena per la decapitazione dei due lavoratori, che un giorno improvvisò uno schermo di tela dietro al quale accese una lampada ad olio per far rivivere con le figure i due personaggi. Così, secondo la leggenda naquero Karagoz e Hacivat.

Il tema principale delle commedie sono questi eterni contrasti fra i due personaggi, Karagoz, rappresentante del popolo, illetterato e diretto e Havacit, uomo di sapienza, che si esprime con un linguaggio forbito. Lo spirito e il linguaggio semplice ma arguto di Karagoz ha sempre la meglio sull’istruzione di Havacit, anche se tutti i suoi impegni ed espedienti per arricchirsi sfociano inevitabilmente in fallimenti.

Fino all’arrivo della radio e del cinema, il teatro delle ombre è stata la forma di intrattenimento più popolare in Turchia, presente anche oggi ma in forma più limitata e indirizzata specialmente ad un pubblico infantile.

Le figure utilizzate nel teatro Karagoz, sono alte generalmente 30-40 cm e sono realizzate in pelle di animale, specialmente di cammello, tratatta in modo tale da farla divenir quasi trasparente.

Le varie parti della figura sono ritagliate e dipinte con colori translucidi in modo differente, quindi unite con giunti che ne permettono l’articolazione.

Le figure, controllate da bacchette, vengono accostate ad uno schermo di tela semitrasparente, illuminato posteriormente da una lampada ad olio.

Figure grottesche e pensieri fuori dal comune, il teatro delle ombre descrive dinamiche di vita reale di persone fuori dal senso comune.

Cultura, Istanbul Gen 06, 2011
No Responses to “Il teatro delle ombre”

Leave a Reply